Seleziona una pagina

IL PROGETTO

Il progetto “Roma, 16 ottobre 1943 storie di deportati e di salvati” parte dalla consapevolezza che attraverso lo studio del passato e la sua rielaborazione tramite la memoria, i ragazzi possano affrontare coscientemente il presente e divenire cittadini liberi, consapevoli e responsabili. 

Per meglio approfondire la conoscenza degli eventi storici relativi alla seconda guerra mondiale, dopo il viaggio a Fossoli, Marzabotto e Sant’Anna di Stazzema organizzato nel settembre 2019 dal Comune di Roma, cui hanno partecipato alcuni studenti del nostro Istituto, la nostra attenzione si è concentrata sulla conoscenza dei luoghi della memoria presenti nella città di Roma. 

Abbiamo iniziato con una visita alla Sinagoga e al ghetto ebraico.

Le pietre d’inciampo, la storia degli ebrei di Roma e le loro tradizioni hanno suscitato curiosità nei ragazzi e, per tale motivo, abbiamo deciso di partecipare al bando del Comune di Roma “Le scuole di Roma nei luoghi della memoria”, propostoci nei giorni successivi. È nato così il progetto “Roma, 16 ottobre 1943, storie di deportati e di salvati”.   

Lo scopo del nostro lavoro è stato quello di scoprire in quali luoghi della città di Roma siano presenti le pietre d’inciampo, in particolare in quali luoghi del nostro Municipio o dei Municipi limitrofi, e conoscere, ove possibile, le storie, le vicende umane, delle persone deportate. 

Ma perché questa memoria non fosse solo memoria del male avvenuto, abbiamo pensato di ricordare, insieme ai deportati, anche tutte quelle persone, uomini e donne, che al male hanno resistito, che hanno messo a repentaglio la propria vita per un gesto di solidarietà e rintracciare, quindi, anche i luoghi in cui gli ebrei sono stati accolti e nascosti per poter raccontare le storie dei “salvati”, di coloro che sono scampati alle deportazioni.

Alla realizzazione del progetto hanno lavorato i ragazzi delle classi 3C e 3A guidati dagli insegnanti Elena Pietrosanti, Giulia Pettinari, Milena Stacca, Tiziana Iachetta, Federica Stornelli.

Il progetto è stato realizzato con il contributo economico di Roma Capitale, poiché vincitore del bando ” A Scuola di conoscenza e creatività: Scuole di Roma nei luoghi della memoria”.

I ragazzi raccontano il progetto

16 ottobre 1943, storie di deportati e di salvati

Un insieme di circostanze e di occasioni è all’origine di questo progetto: gli argomenti di storia e geografia che abbiamo affrontato in questo anno scolastico, alcune proposte del Comune di Roma che i nostri insegnanti hanno ritenuto interessanti, le storie di alcuni nostri familiari.

Studiando la geografia e la storia , già nei primi mesi di scuola , abbiamo scoperto che nel Novecento sono accaduti fatti terribili : razzismo e discriminazioni nei confronti dei neri in Africa e negli Stati Uniti,  genocidio degli Herero, genocidio degli Armeni , sterminio dei Tutsi , leggi razziali in Germania e in Italia, deportazione nei lager e uccisione di milioni  di ebrei , gulag  in U.R.S.S : una catena di avvenimenti orribili.

Di fronte a tutto questo ci siamo chiesti: come è stato possibile che degli uomini abbiano potuto fare quello che abbiamo visto , anche  a dei bambini ?

Qual è il germe di tanto male?

Ma proprio approfondendo la storia degli ebrei abbiamo scoperto che accanto a tanti uomini violenti e disumani, ci sono state persone diverse, che si sono opposte, in vari modi, allo sterminio.

Anche questo è accaduto e ci siamo chiesti: ma veramente sono esistite persone così? E che cosa ha reso loro possibile agire nel modo in cui hanno agito?

Il nostro progetto vuole essere l’inizio di un lavoro di conoscenza, per quanto possibile precisa e approfondita, dei fatti accaduti.

Tale conoscenza ci aiuterà certamente a ricordare, ma soprattutto ci aiuterà a giudicare quanto accaduto, a capirne il senso.

I ragazzi della classe 3C

 

COSA PUBBLICHEREMO

le storie

Le storie dei testimoni, dei deportati e dei salvati, raccolte da noi ragazzi e documentate con materiale visivo e d'archivio.

la mappa interattiva

Le nostre ricerche sulle pietre d'inciampo a Roma (in particolare quelle del II Municipio) e sui luoghi dove gli ebrei sono stati accolti e salvati.

diario di bordo

Attività, racconti, sentimenti, pensieri, giudizi.

MEMORIA PRESENTE

Il progetto prevede la realizzazione di una mostra che, a partire dai luoghi fisici dove sono accaduti i fatti, racconti le storie di deportati e di salvati, di un sito web che ospiterà la mostra virtuale e di un e-book navigabile.

CONTATTI 

Contatta il responsabile didattico del progetto per saperne di più.
Istituto Comprensivo “Via Tedeschi” – Via Achille Tedeschi 85 – 00157 Roma 
info@memoriapresente.it

Leave A Message